Le dinamiche interne ed esterne di un’azienda concorrono a rendere ogni realtà imprenditoriale un complesso eterogeneo di processi, informazioni e dati qualitativi, quantitativi e andamentali. Riuscire a gestire ogni aspetto societario è quindi per i vertici aziendali tanto imprescindibile quanto estremamente complicato.

Ed è proprio grazie alle attività di controllo di gestione e alle figure preposte che il management ha il giusto supporto per amministrare la propria azienda sotto diversi punti di vista: strategico, operativo e di analisi. 

Le operazioni di pianificazione e controllo assumono dunque un valore impagabile e concorrono al successo e al raggiungimento di determinati obiettivi di business.

Quali sono gli aspetti da considerare nel controllo di gestione?

La pianificazione strategica, budgeting e forecasting sono le attività che creano le condizioni per soddisfare i bisogni dell’azienda, generano report che appagano le esigenze informative dei vari stakeholder aziendali (dai clienti alle banche), e supportano le esigenze di controllo e di gestione dei vertici aziendali, valutando le prestazioni dell’azienda e avendo così una panoramica generale dell’andamento dell’impresa.

Semplificando al massimo i vari aspetti:

La pianificazione strategica definisce le operazioni da mettere in atto per raggiungere gli obiettivi di business.

Il Budgeting stabilisce quali risorse sono necessarie per perseguire gli obiettivi prefissati e serve dunque a pianificare e controllare l’andamento finanziario delle attività.

Il Forecasting permette, in relazione ai dati storici, di approntare previsioni da integrare al budget.

Come sfruttare il potere dei dati aziendali qualitativi, quantitativi e andamentali

Proprio per tutte le attività sopra esposte, l’amministrazione, finanza e controllo è la principale area aziendale costituita da una mole di dati e informazioni veramente importanti. L’innovazione tecnologica e digitale permette ai responsabili della contabilità e del controllo di gestione di sfruttare i vantaggi della digitalizzazione e automazione per snellire le operazioni routinarie di raccolta, analisi e comparazione di tutti i dati dell’impresa.

A questo punto è però necessario fare una puntualizzazione: non è l’innovazione tecnologica a permettere tutto ciò, ma l’adozione di sistemi digitali di Business Intelligence.

Grazie ai processi della BI è infatti possibile: 


Ad oggi sono purtroppo tante le aziende che lavorano con una grande mole di dati in modo disorganizzato e questo ovviamente incrina irrimediabilmente i vantaggi di una corretta attività di controllo di gestione. Supportare le operazioni di amministrazione, finanza e controllo con la Business Intelligence diventa un plus e garantisce un vantaggio competitivo non indifferente. Infatti, i Controller e i CFO non impiegheranno più il loro tempo e le loro competenze nella raccolta e nella validazione del dato, ma alla loro perfetta gestione strategica.

A titolo di esempio indichiamo solo alcuni degli elementi che è possibile governare con la Business Intelligence, dividendoli per aree di interesse:

HR/Payroll:

Vendite:

 Controllo di gestione:

 

La liste delle variabili di cui è possibile avere contezza potrebbe dilungarsi veramente a lungo, e sfruttare tali processi innovativi consente all’azienda di adeguarsi ai repentini cambiamenti di mercato.

La dinamicità, ma soprattutto l’attuale incertezza finanziaria ed economica che sta caratterizzando questo particolare periodo storico spinge le imprese di piccole, medie e grandi dimensioni ad orientare la gestione del proprio business verso binari sempre più puntuali e precisi, dove l’elemento di forza è la capacità dell’azienda di essere flessibile al cambiamento e implementare di conseguenza le scelte strategiche e finanziarie più confacenti per garantire all’impresa di definire il giusto modello gestionale per fronteggiare la crisi.

Si tratta di una condizione sine qua non che gioca a tutti gli effetti sulla permanenza dell’azienda sul mercato.

Ecco perché è fondamentale delegare tale attività a professionisti di settore tramite l'outsourcing. Per sfruttare i vantaggi economici derivanti dall’esternalizzazione, la quale permette di abbattere i costi fissi e a mantenere elevato il livello di servizio.

L’attività di Compendium si muove proprio verso questa direzione: supportare tramite l’attività consulenziale e l’outsourcing le aziende con un servizio di contabilità e controllo di gestione ad opera di esperti Controller e CFO puntuale, preciso, innovativo e altamente flessibile.

I nostri consulenti costruiranno, insieme a te, la soluzione migliore per far crescere la tua azienda.

Contattaci