È un dato di fatto: la digitalizzazione è un fenomeno culturale, sociale ed economico che occupa nella vita dei consumatori e dei lavoratori uno spazio ogni giorno sempre più rilevante.

Alcuni la vedono come una minaccia, sia perché restii al cambiamento sia perché temono che questa possa ridurre i posti di lavoro. Altri invece, ne hanno colto le opportunità, ottimizzato i costi e le performance aziendali.

Questa trasformazione applicata all’ambito HR è definita HR Digital Transformation, ed anche in questo caso sussistono paradigmi che frenano l’accelerazione digitale.

Come superare quindi il concetto del “si è sempre fatto così?”

Partendo dal presupposto che le direzioni HR stanno acquisendo nuove responsabilità e ricoprono un ruolo sempre più strategico all’interno dell’organizzazione imprenditoriale. 

Cosa comporta questo?

Per ogni punto elencato la digitalizzazione e l’automazione dei processi HR non fa nient’altro che agevolare il lavoro degli HR Manager.

Gli HR Manager affiancano i CEO nelle scelte di business.

Per poter essere di supporto ai CEO nella definizione e implementazione delle scelte strategiche di business, le direzioni HR devono avere piena governance dell’area HR e adeguarsi ai cambiamenti dettati dal contesto. Bisogna quindi agire in modo digital, e aggiornare i modelli organizzativi di processi e risorse.

La Direzione HR deve costruire un capitale umano competitivo.

Sono diverse le leve su cui concentrarsi per rendere competitivo il proprio business. Fra queste, strutturare un organico costituito dai miglior talenti. Fondamentale quindi la fase di recruiting per individuare, grazie alla digitalizzazione, i profili più in linea in relazione alle esigenze dell’azienda.

Coltivare la relazione con i talenti aziendali: con la digitalizzazione è possibile.

Migliorare la comunicazione tra azienda e dipendente, sfruttando le potenzialità di processi HR digitalizzati, è un vantaggio da non sottovalutare che consente di rinforzare la relazione con il proprio capitale umano. Abbattere ad esempio le tempistiche per richiedere ferie, permessi, cambi turni oppure facilitare l’apprendimento delle risorse con attività di formazione facilmente consultabili digitalmente sono tutte procedure che possono essere automatizzate.

Gli HR Manager devono definire nuovi modelli di lavoro e convalidare processi ottimizzati.

Flessibilità e dinamicità: queste le due parole chiave che fanno da monito alle direzioni HR per favorire e incentivare il progresso delle aziende.

Analizzare è il primo passo per migliorare le performance dell’area HR.

Digitalizzando le attività operative e amministrative è possibile costruire una vera e propria enciclopedia costituita dai dati della propria azienda. La ratio è riuscire a strutturare progetti di HR Analytics in grado di supportare gli HR Manager, il CEO e i CFO al fine di migliorare i processi HR e conoscere le inefficiente interne e porvi rimedio.

L’HR Digital transformation è quindi prima di tutto la conseguenza di un cambiamento culturare e manageriale, che non si circoscrive alla mera adozione di nuove e performanti tecnologie.

I nostri consulenti costruiranno, insieme a te, la soluzione migliore per far crescere la tua azienda.

Contattaci