14 Mag 2020

Il nuovo articolo 2086 c.c. stabilisce che l’imprenditore ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell’impresa e della perdita della continuità aziendale.

A determinare il passaggio da uno “stato di benessere” ad uno “stato di difficoltà” sono gli indicatori di natura qualitativa e quantitativa, in un orizzonte temporale di breve, medio e lungo periodo.

Quindi il concetto di continuità aziendale, essendo anche sinonimo di organizzazione e di una corretta traduzione contabile dei fatti di gestione, finisce per fondere l’aspetto qualitativo con quello quantitativo. Guarda il video di Stefano Sariconi, Commercialista e Revisore Legale - Partner di Compendium per saperne di più.

I nostri consulenti costruiranno, insieme a te, la soluzione migliore per far crescere la tua azienda.

Contattaci