04 Dic 2019
  • business intelligence

La BI (Business Intelligence) è un insieme di processi, architetture e tecnologie volto a convertire i dati grezzi in informazioni significative finalizzate a favorire scelte di business redditizie. Per attuare questi processi in genere si utilizza una suite di software, gestita con l’aiuto di appositi consulenti, allo scopo di trasformare i dati a disposizione in informazioni strategiche.

La BI ha un impatto diretto sulle decisioni aziendali strategiche, tattiche e operative per il presente e per il medio-lungo termine, supportando il processo decisionale basato sui fatti e utilizzando dati invece di supposizioni e sensazioni.

Gli strumenti di BI eseguono l’analisi dei dati e creano report, documenti di sintesi, mappe concettuali, grafici o, ad esempio, la creazione di KPI (Key Performance Indicators).

Questi strumenti oggi sono ritenuti indispensabili  per identificare in modo corretto l’andamento di un business e per fornire agli utenti informazioni dettagliate sulla natura del business, evidenziando in particolare i punti deboli e i punti di forza di settori, reparti, processi.

Con i sistemi di BI per le organizzazioni è possibile identificare le tendenze del mercato e individuare eventuali problemi futuri, elaborando modelli previsionali attendibili, di supporto a tutto il processo decisionale.

Questo processo di business intelligence può essere adottato non solo dalle grandi aziende, ma anche da quelle che vengono classificate come PMI (piccole medie imprese).

 

Come impatta positivamente la business intelligence?

 

1. Aumenta la produttività

Con un programma di BI, per le aziende è possibile creare report risparmiando tempo e risorse, aumentando conseguentemente la produttività delle risorse umane impiegate nel controllo di gestione.

2. Migliora la governance aziendale

La BI aiuta a migliorare la visibilità dei processi improduttivi e individua le aree che richiedono una particolare attenzione.

3. Responsabilizza i reparti

Avendo a disposizione dati più chiari riguardo gli obiettivi prefissati, responsabilizzare i settori o le risorse destinate a raggiungerli diventa molto più semplice.

4. Dà un vantaggio competitivo

Alcuni settori sono estremamente conservativi e difficilmente impiegano risorse per migliorare il rendimento delle risorse umane o per effettuare un controllo di gestione puntuale e innovativo.

5. Individua le tendenze di mercato

Le analisi di business intelligence hanno il pregio di poter individuare con precisione, attraverso dati e grafici, quali saranno le tendenze di un particolare settore, piuttosto che affidarsi all’istinto.

6. Fa una panoramica del business

La BI consente di individuare i problemi strutturali che potrebbero derivare dall’aumento dei costi, dalla contrazione della domanda, dall’introduzione di nuovi servizi e prodotti, da modifiche legislative e così via, per fornire un quadro dell’andamento del business in tempo reale.

 

La soluzione offerta da Compendium Service contiene strumenti di reporting, data warehouse, data discovery e archiviazione tramite i servizi in cloud. L’esperienza suggerisce che il loro impiego abbia un impatto positivo sull’organizzazione dell’impresa, sulle persone che vi lavorano, sui progetti e le decisioni da prendere.

I campi di applicazione sono molteplici:

Tutto ciò, utilizzando un software di BI, si traduce in:

 

Vuoi avvalerti di un servizio di Business Intelligence per migliorare il tuo business? Contatta Compendium!

I nostri consulenti costruiranno, insieme a te, la soluzione migliore per far crescere la tua azienda.

Contattaci