La trasmissione telematica dei corrispettivi tra nuove leggi e obblighi

Corrispettivi telematici e obblighi aziendali, cosa cambierà nei prossimi mesi?

Le nuove normative stabilite dalla Legge di Bilancio hanno introdotto l’obbligo della trasmissione telematica per tutte le aziende, con le seguenti scadenze:

In caso di aziende con almeno 3 punti cassa per singolo punto vendita, la memorizzazione e la trasmissione telematica dei corrispettivi possono essere effettuate tramite un unico punto di raccolta, server di consolidamento adattato a RT o RT collegato ad un server di consolidamento (server-RT).

La conformità del processo di trasmissione telematica dei corrispettivi è un obbligo solo per gli esercenti con più di tre punti cassa per singolo punto vendita che adottano un unico punto di raccolta per la trasmissione telematica.

Quali step sono necessari per l’azienda?

Anzitutto, l’ottenimento di una certificazione di conformità alle prescrizioni normative con riferimento ai processi amministrativo-contabili e ai processi informatici coinvolti nel processo (che deve emettere una società di revisione).

Le procedure di revisione previste dalla normativa sono volte a verificare la conformità dei processi amministrativi e contabili ma anche dei sistemi informatici coinvolti nell’iter di memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi (es. punto di raccolta, punto cassa, Registratore Telematico etc.), in linea con i requisiti previsti dalle specifiche tecniche emanate dall’Agenzia delle Entrate.

I nostri consulenti costruiranno la soluzione migliore per far crescere l'azienda.

Contattaci

Contattaci

Iscriviti alla newsletter

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità di Compendium e ricevere spunti utili per lo sviluppo dell’impresa? Iscriviti alla nostra newsletter.

Italiano